Il nostro progetto europeo di mappatura dei vuoti urbani che intende promuovere il dialogo tra giovani padovani  e decisori politici, saluta il 2018 con l’ultimo evento di formazione.

L’11 Dicembre, nella sede di Radio Sherwood (Pontecorvo, Padova), luogo d’incontro di tantissimi giovani padovani grazie alle mille attività di Sherwood Open Live, veniamo invitati dall’Associazione di Promozione Sociale “L’Osteria Volante” a sedere al tavolo di discussione con più realtà interessate al dialogo tra i giovani padovani e i decisori politici.

E con la partecipazione dell’avvocato Silvia Muttoni e del progetto di innovazione sociale Open Resources, si aprono subito le discussioni con il pubblico.

“Cosa fare allora di quei cubi di cemento disseminati un po’ dappertutto? Cosa può o dovrebbe fare l’ente pubblico per valorizzare tali spazi? Quali strumenti ha a disposizione il cittadino per sollecitare gli enti pubblici in tal senso? E’ sempre incontestabile la proprietà privata anche laddove essa genera degrado e insicurezza, venendo meno alla sua funzione sociale?”

Silvia M. esperta di diritto amministrativo e costituzionale, a partire dall’art. 42 della costituzione, che disciplina la proprietà pubblica o privata ci chiarisce alcune questioni:

…Siamo sicuri che il pubblico garantisca sempre l’interesse del pubblico? E che il privato invece non possa farsi carico dell’interesse pubblico?… È da questa riflessione che nasce l’idea di bene comune.

👨‍👨‍👧‍👦 Nel bene comune la dimensione della titolarità (della proprietà) sfuma. È però centrale la funzione del bene. Quel bene è dedicato alla comunità.

✔️Il primo regolamento strutturato sui beni comuni però è solo del 2014

✔️La disciplina è attualmente diversificata regione per regione e questo non aiuta lo scambio di idee tra una regione e l’altra.
Infatti ci sono esperienze forti maturate nel tempo a livello locale dove alcuni comuni si sono impegnati a creare regolamenti molto virtuosi. ✔️Una legge nazionale però ancora non c’è. E una normativa ancora carente copre queste iniziative sotto l’ombrello della costituzione: il principio di sussidiarietà, che chiede la collaborazione pubblico-privato per il bene comune.

Ma parliamo anche di possibilità di rigenerazione urbana attraverso l’innovazione sociale, con Gloria P. di Open Resources (www.openresources.it), progetto seminifinalista all’European Social Innovation Competition.

Ci salutiamo, ricordandovi per il nuovo anno abbiamo tantissime novità, collaborazioni ed eventi e passeremo insieme alla fase pratica ed entreremo nel cuore del dialogo. Non mancate ragazzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *